sabato 24 maggio 2014

Fragile Musa

Fragile Musa

Fragile Musa ascolta,
parole che dissi, che dico,
a volte li chiamo a raccolta
i pensieri che meco conduco.
Fragile Musa ricorda,
parole che ho detto e ripeto,
a volte immagino morda
il dolore quello sparso sul greto.

Anonimo
del XX° secolo
poesie ritrovate 

Giulio Romano, Le muse danzano con Apollo,
Firenze, Palazzo Pitti

Nessun commento:

Posta un commento