giovedì 16 settembre 2010

Acqua alpina

Gioia di cantare come te, torrente;
gioia di ridere
sentendo nella bocca i denti
bianchi come il tuo greto;
gioia d'essere nata
soltanto in un mattino di sole
tra le viole
di un pascolo;
d'aver scordato la notte
ed il morso dei ghiacci.

Antonia Pozzi
(Breil) Pasturo, 12 agosto 1933

il mio essere torrente,
tra i monti e le valli,
come linfa vitale di un corpo di boschi
e di erbe fragranti.
Il mio essere vivo,
circondato da umori ancestrali.

Nessun commento:

Posta un commento