lunedì 27 settembre 2010

AMORE VIVO

Amo il biondo ed il fuoco;
amo l'estate
Più della primavera,
Le donne indebitate,
Trenta e quaranta,
la rossa e la nera.
Amo gli acri profumi e la riviera,
Musset, le schioppettate,
La birra di Baviera
E il compagno di Sant'Antonio abate.
Ed amo te, Francesca,
Te bionda come la birra tedesca,
Te infocata che abbruci e che consumi,
Che a Montecarlo sei,
Circondata da un nuvolo d'ebrei.
Spumeggiante nel brago e nei profumi.

Remigio Zena


come non capire,
in questi giorni di insofferente status
la dinamica del dire;
ho frainteso?
incompreso?
indeciso?
oppure nel vasto rogo
ho scottato il pensare
che ora mi brucia?

Nessun commento:

Posta un commento