venerdì 6 settembre 2013

Amore, di Juan Ramon Jimenez

Amore

Il terreno, grazie a te,
piacevole, diventò
celeste.
Poi
il celeste, grazie a me,
piacevole, diventò
umano.

Juan Ramon Jimenez


fredde rade,
un mare calmo,
soffia una brezza...

Nessun commento:

Posta un commento