giovedì 10 agosto 2017

Raccolta di chiocciole, di Giuseppe Bonaviri

Raccolta di chiocciole
 
Dopo che piovve abbondantissimamente
sull'altopiano in sassi crisopazi
e cantò la civetta dall'albero millicucco,
i due ragazzi e le tre bambine
andarono in cerca - con lumelli
di luna nel paniere -
di chiocciole, lumachelle e grilli.
Orlando giovane paladino errante
addormentato nella casa
per la finestrella mandava fortissimo
lo scintillio delle armi. La madre
dei ragazzi per l'aperta campagna
già in sera pregava la terra
e l'onnipotente Dio Macone.
 
Giuseppe Bonaviri
 
 
era tanto tempo fa, a Capannori,
chiocciole dappertutto, sui muri,
sull'erba profumata di pioggia;
noi, come bimbi, passeggiammo tra loro...

Nessun commento:

Posta un commento