venerdì 8 ottobre 2010

e così, avrò forse ragione
nei percorsi che animano il cuore,
cercando la sola risposta
ansimando le ansie e i dolori.
Il mio vento respira
l'odore del mare
ora deserto.

FORSE UN MATTINO ANDANDO

Forse un mattino andando in un'aria di vetro,
arida, rivolgendomi vedró compirsi il miracolo:
il nulla alle mie spalle, il vuoto dietro
di me, con un terrore di ubriaco.

Poi come s'uno schermo, s'accamperanno di gitto
alberi case colli per l'inganno consueto.
Ma sarà troppo tardi; ed io me n'andró zitto
tra gli uomini che non si voltano, col mio segreto.

Eugenio Montale

1 commento:

  1. ognuno è solo sul cuor della terra...Gujil e tutto ciò che ci rimane è l'ombra allungata di noi stessi in un plenilunio... io cammino nel sole per non vedere quell'ombra...

    RispondiElimina