lunedì 29 novembre 2010

io qui mi vedo
e intrav edo le lunghe ombre de lprato
di quando la sera raffredda
la terra ormai spoglia
intristita dal gelo
disegna la riva del fosso


Albero autunnale

Già matura
la foglia pel sereno suo distacco
discende
nel cielo sempre verde dello stagno.
Nel calmo
languore della fine, l'autunno s'immedesima.
Dolcissima
la foglia s'abbandona al puro gelo.
Sott'acqua
con incessanti foglie va l'albero al suo dio.

(J. Guillen Orfeo)

Nessun commento:

Posta un commento