martedì 2 novembre 2010

nel giorno dei più
le tese mani a Dio
sembrano gridi, non grida,
accoglili o sommo
nel sonno del non risveglio
e dacci oggi il nostro amore
indietro, con forza e sgomento,
dacci le loro gioie
e gli attimi andati
saranno ricordo ancora

anonimo del XX° secolo
frammenti ritrovati


Nessun commento:

Posta un commento