mercoledì 1 dicembre 2010


ho gli occhi gonfi
di tristi immagini e timori e sapori
acri e salati di stille
nel freddo ripenso ai miei soli
e ricordo gli abbracci
e le risa insieme



Luccica il marciapiede

Luccica il marciapiede, per le vivide
pozze corrono i venti freddolosi.
Non sono ancora i geli dell'inverno,
ma è già tempo di scrosci e di burrasche.
Macchine,ombrelli di passanti, acceso
luccichio di vetrine e di réclames......
Anche la notte qui somiglia al giorno,
in città non esistono le tenebre.

(V. Solouchin)

Nessun commento:

Posta un commento