venerdì 4 ottobre 2013

Contesto ed elevazione, di Anonimo

Contesto ed elevazione

Come in contesti amati
le dune di sabbia,
i castelli fatati,
s'impenna il grido, nel buio,
solitudini stanche azzardano
giochi di ruolo,
nel senso sconnesso.
Quasi grigio il mattino
annuncia frescure autunnali,
nel bosco timidi ricci
di lucide castagne;
io ritrovo me stesso,
cammino in un blu cobalto
intenso da ardere gli occhi,
la bocca, la mia bocca,
ripete implorazioni e preghiere.
Il tempo che passa,
la vita che fiuma,
un gorgo.

Anonimo
del XX° secolo
poesie ritrovate

Angiola Tremonti,
Elevazione


Nessun commento:

Posta un commento