domenica 27 aprile 2014

Il sole declina, di Friedrich Nietzsche

Il sole declina

Non a lungo avrai ancora sete,
mio cuore bruciato.
C’è una promessa nell’aria,
mi soffia contro da bocche sconosciute:
il grande fresco viene.

A mezzogiorno il mio sole era caldo
sopra di me. Benvenuti, voi che venite:
voi venti improvvisi,
voi freschi spiriti del pomeriggio.

L’aria corre straniera e pura.
Non mi guarda la notte
di lato, con un obliquo
sguardo di seduzione?
Resta saldo, mio cuore ardito,
non chiedere perché.


traduzione di Pino Menzio
Friedrich Nietzsche




melanconiche visioni
nel grigio senz'acqua ancora,
perpetuo rituali stanchi
così, ogni giorno...

Nessun commento:

Posta un commento