venerdì 27 luglio 2012

flebile suono di mare,
lo sento, tra i capelli ed il vento,
lo vedo negli occhi riarsi
che chiedono lacrime;
ora sono tempesta
e sconfino e sconvolgo
un bicchiere di niente...

anonimo del XX° secolo
frammenti ritrovati




Nessun commento:

Posta un commento