domenica 27 febbraio 2011

Dopo la pioggia

Dopo la pioggia viene il sereno,
brilla in cielo l'arcobaleno:
è come un ponte imbandierato
e il sole vi passa, festeggiato.
È bello guardare a naso in su
le sue bandiere rosse e blu.
Però lo si vede - questo è il male -
soltanto dopo il temporale.
Non sarebbe più conveniente
il temporale non farlo per niente?
Un arcobaleno senza tempesta,
questa sì che sarebbe una festa.
Sarebbe una festa per tutta la terra
fare la pace prima della guerra.

Gianni Rodari


le gocce di pioggia danno sensazioni molteplici,
le stagioni cambiano la pioggia
la rendono svariatamente diversa
questa mattina è quasi impalpabile, eterea,
non dilava ma idrata,
prepara la terra al sole di Marzo

2 commenti:

  1. Non c'è età per l'incanto delle poesie (e favole) di Gianni!

    Complimenti per i tuoi versi... delicati, malinconicamente dolci che
    per un verso o per l'altro
    arrivano sempre (o quasi) al cuore.
    E' bello leggerti, grazie. :-)

    Sabrina

    RispondiElimina
  2. E' bello, Sabrina, sapere che mi leggi!

    Gujil

    RispondiElimina