lunedì 22 aprile 2013

Credere è una bella cosa..., di Kahlil Gibran

Credere è una bella cosa,
ma mettere in atto le cose in cui si crede,
è una prova di forza.
Sono molti coloro che parlano
come il fragore del mare,
ma la loro vita è poco profonda,
e stagnante come una putrida palude.
Sono molti coloro che elevano il capo,
al di sopra delle cime delle montagne,
ma il loro spirito rimane addormentato,
nell’oscurità delle caverne.

Kahlil Gibran


scettico come mai
ritiro le voglie
in angoli angusti,
le pieghe solinghe
si stagliano ora
come orridi crepacci...

Nessun commento:

Posta un commento