sabato 27 aprile 2013

L'albatros, di Alda Merini

L'albatros

Io ero un uccello
dal bianco ventre

 gentile,
qualcuno mi ha tagliato
la gola
per riderci sopra,
non so.
Io ero un albatro grande
e volteggiavo sui mari.

Qualcuno ha fermato il mio viaggio,
senza nessuna carità

di suono.
Ma anche distesa per
terra io canto ora per te
le mie canzoni d'amore

Alda Merini


plurale o singolare
importa a chi sà?
la via è dietro di noi
ci guarda e poi
si cela...

Nessun commento:

Posta un commento