domenica 21 aprile 2013

Periferia d'Aprile, di Antonia Pozzi

Periferia d'Aprile

Intorno aiole
dove ragazzo t’affannavi al calcio:
ed or fra cocci
s’apron fiori terrosi al secco fiato
dei muri a primavera.
Ma nella voce e nello sguardo
hai acqua,
tu profonda frescura, radicata
oltre le zolle e le stagioni, in quella
che ancor resta alle cime
umida neve:
così correndo in ogni vena
e dici
ancora quella strada remotissima
ed il vento
leggero sopra enormi
baratri azzurri.

Antonia Pozzi
24 aprile 1937

Georges-Pierre Seurat, Case in periferia

azzurro che oggi difetta,
nell'aria mossa di pioggia
e freddo residuo di ieri;
domani ho bisogno di sole...

Nessun commento:

Posta un commento