venerdì 14 febbraio 2014

Asilo del tempo. di Anonimo



Asilo del tempo

Non so stare che qui
dove sfiorisce la vita;
tutto uguale scandito
da attimi lenti e fugaci.
Lo vedo negli occhi, nei gesti,
quel sordo dolore che porta il ricordo;
lo intendo dal cuore l'amore
dai teneri gesti, tremanti
e mi piange la gioia
nel bacio che do,
in quello che prendo.

"a mio padre"
Anonimo
del XX° secolo
poesie ritrovate

Nessun commento:

Posta un commento