sabato 22 febbraio 2014

Passanti, di Anonimo


Passanti

Seduti ristanno i passanti
come figure scarne a panchine
scrostate da vento e pioggia;
assenti sono i passanti
con loro stanche schiene chine
nel peso degli anni che appoggia.
Li vedo partire i passanti
che ancora albeggia appena
in un mesto corteo vanno avanti
verso il giorno, verso la pena.

Anonimo
del XX° secolo
poesie ritrovate

Nessun commento:

Posta un commento