domenica 2 febbraio 2014

In volo, di Anonimo

Eugenio Amus, Marina in tempesta e gabbiano

In volo

Sempre nei mai,
come un gabbiano stanco
veleggio sferzate di pioggia;
il mare, le nubi,
onde e folate di vento.
Si sfilaccia la corda,
la gomena si intreccia
è tempesta, bufera.

Anonimo
del XX° secolo
poesie ritrovate

Nessun commento:

Posta un commento