mercoledì 13 gennaio 2016

Poiché il dolore l'animo m'infranse..., di Carlo Michelstaedter

Poiché il dolore l'animo m'infranse
per me non ebbe più la vita un fiore...
e pure inconscio iva cercando amore
l'animo offeso.
Ahi ti vidi e a te il pensier rivolsi
a te che pura sei siccome un giglio...
... Le lacrime mi sgorgano dal ciglio
invirilmente.
Oh mia fanciulla, oh tu non hai compreso
di quanto amore io t'ami. Ed un dolore
nuovo, più intenso mi attanaglia il cuore
che tu feristi.
Se m'ami Elsa a che mi fai soffrire?
Tu della vita mia unico raggio
tu che sola m'infondi quel coraggio
che mi fa vivo!
Lo sguardo mio non t'ha saputo dire
non t'han saputo dir le mie parole
quello che dice all'universo il sole,
amore! amore!?
 
Carlo Michelstaedter
3 aprile 1905
 
Andrea Tosa
Dolore & Dispiacere 
 
quando il dolore è forte,
ti toglie il pensare, la vita,
sia esso fisico, sia morale;
il dolore,
un ponte sull'anima...

Nessun commento:

Posta un commento