sabato 12 gennaio 2019

E', l'essere. E', di Mario Luzi

È, l'essere. È

È, l’essere. È.
Intero,
inconsumato,
pari a sé.
          Come è
diviene.
          Senza fine,
infinitamente è
e diviene,
          diviene
se stesso
altro da sé.
          Come è
appare.
          Niente
di ciò che è nascosto
lo nasconde.
          Nessuna
cattività di simbolo
lo tiene
          o altra guaina lo presidia.
                    O vampa!
Tutto senza ombra flagra.
È essenza, avvento, apparenza,
tutto trasparentissima sostanza.
È forse il paradiso
questo? oppure, luminosa insidia,
un nostro oscuro
ab origine, mai vinto sorriso?
 
Mario Luzi
da "Viaggio terrestre e celeste di Simone Martini", 1994
 
siamo quello che siamo sempre,
io, come altri pieno di boria nel sé;
correi a volte infinite spiagge
dove posare sereno il corpo al sole...

Nessun commento:

Posta un commento