lunedì 28 giugno 2010

Se dovessi credere, crederei, solo questo posso dire, non me la sento di aggiungere altro.
Il percorso si allunga, diventa tortuoso e l'ansia torna come un maglio a colpire il mio quotidiano...resistere!
e resistere è la parola d'ordine che continuo a ripetere a me stesso, ma è dura, molto dura e lo sconforto mi prende alla gola e mi disturba i pensieri che non scorrono più con la necessaria lucidità e coerenza.
La musica mi salverà continuo a ripetermi!
Così ho rincorso il passato nel quale cerco un riparo e un approdo tranquillo in questo mare tempestoso che è diventata la mia vita di quest'ultimo anno.
Speriamo sia sufficiente.
...
Andrea Figari, Veduta di Boccadasse, 1905 circa, olio su tela

Nessun commento:

Posta un commento