martedì 22 gennaio 2013

Foglie secche, di Arturo Graf

Foglie Secche

Oh, come lugubre
Veder sull’arido
Suolo cinereo
Discolorite,
Tremule, tacite
Cader dagli alberi
Le foglie morte!
Oh, come lugubre
Veder da un’anima
Cader le povere
Fedi tradite
E i segni gracili
Cui franse l’invida
Man della sorte!

Arturo Graf

 


ancora, sotto di me,
nel mio pesante sonno
che non ritrovo che falla,
sbriciolo con mano
foglie dell'anno prima...

Nessun commento:

Posta un commento