giovedì 17 gennaio 2013

O labbra, labbra..., di Alda Merini

O labbra, labbra disunite e bianche

O labbra, labbra disunite e bianche
nel valore del pianto penitente,
labbra disunite dentro il bacio
in tenera protesta di follia,
o labbra senza tempo
che avete amato un uomo,
labbra senza perdono
ponete la protesta fuori da una finestra.
O labbra della Vergine divina
che cantan l’Angelo che ormai si avvicina,
è pronto il gran segreto,
vengo meno a un divieto.

Alda Merini 
da “Ballate non pagate”


mentre invade il cuore
il corpo ritempra le forze;
poesia e rime si fermano
là sulle soglie del bosco...

Nessun commento:

Posta un commento