mercoledì 9 luglio 2014

Quante volte..., di Vladimir Holan

Quante volte

Quante volte già hai passeggiato, così, vicino a un orologio
o sotto una stenta acacia, cercando con gli occhi,
ma la sembianza dell’una o dell’altra s’altera facilmente…
Nei sensi la fatalità e in echi d’anima
conoscesti la paura della morte,
ecco che cos‘è aspettare… Così dopo
sono reali soltanto gli spettri… Ma la gelosia
non ha chi la difenderebbe…

Vladimir Holan



per ogni volta,
per ogni occasione;
infliggere colpi al cuore,
soggiogare l'anima
fino al respiro,
quello che libera...

Nessun commento:

Posta un commento