mercoledì 15 ottobre 2014

Le seduzioni, di Amalia Guglielminetti

Le seduzioni

Colei che ha gli occhi aperti ad ogni luce
e comprende ogni grazia di parola
vive di tutto ciò che la seduce.
Io vado attenta, perchè vado sola,
il mio sogno che sa goder di tutto,
se sono un poco triste mi consola.
In succo io ho spremuto ogni buon frutto,
ma non mi volli sazïare e ancora
nessun mio desiderio andò distrutto.
Perciò, pronta al fervor, l'anima adora
per la sua gioia, senza attender doni,
e, come un razzo in ciel notturno,
ogni ora mi sboccia un riso di seduzïoni.
 
Amalia Guglielminetti
 
Giovinetta con bicchiere di vino
(La dama con due gentiluomini)
1660 circa, olio su tela, Brunswick, Herzog Anton Ulrich-Museum.
  
fui sedotto dagli occhi,
dallo sguardo suadente;
un attimo di labbra,
un accenno di riso
e i capelli...
ordinati e raccolti...

2 commenti:

  1. Caro Gujil,
    trovo splendido il tuo commento:
    velata passionalità maschile
    espressa con dolcezza
    e raffinatezza (come sempre del resto)

    Sta ritornando il sorriso. Caro amico,
    non ho mai smesso di leggerti anche se i pensieri spesso correvano altrove!
    Buon pomeriggio

    Sabrina


    RispondiElimina
  2. Sabrina,
    grazie...ricordo come si chiamava ed era di Roma...
    Un abbraccio

    RispondiElimina