mercoledì 6 agosto 2014

Dimenticai di seguire..., di Rabindranath Tagore

Dimenticai di seguire
la traccia consueta.
M’allontanai d’alcuni passi del sentiero,
mi parve estraneo il mio solito mondo,
come un fiore che io avessi conosciuto
solo in boccio.
La mia saggezza si sentiva umiliata.
Vagai smarrito nella terra delle meraviglie.
Fu la più grande delle mie fortune,
ch’io perdessi il sentiero, quella mattina,
e trovassi la mia infanzia per sempre.

Rabindranath Tagore



anch'io andai, mi allontanai,
poi tornai e gioii;
vidi e piansi poi riflessi
mi volsi e salutai...

Nessun commento:

Posta un commento