domenica 24 agosto 2014

Fine delle vacanze, di Luciano Erba

Fine delle vacanze
Ero uno che sollevava la pietra
affondata nell’erba tra la malva
scoprendo un mondo di radicole bianche
di città color verde pisello;
ma partite le ultime ragazze
che ancora ieri erano ferme in bicicletta
nascoste da grandi foglie di settembre
alle sbarre del passaggio a livello
mi sento io stesso quella pietra.
Anche le nuvole sono basse sui campi di tennis
e il nome dell’hotel scritto sul muro
a nere, grandi lettere è tutto intriso di pioggia.

Luciano Erba


rientri piovosi, assolati, di venti;
così finisce l'estate, nel caos;
un ritorno di niente
e mi rivedo...nel caos...

Nessun commento:

Posta un commento