giovedì 5 febbraio 2015

Parolerie, di Pandelìs Bukalas

Parolerie

Le parole - bambine piccole, molestano, fanno male,
se le accarezzi ridono, poi subito si ostinano,
han fretta di dir tutto, s'imbrogliano, sanno amare,
diventan grido, tacciono, nascostamente svelano.

Le parole - bambine piccole, a volte si ribellano,
sanno dire le lacrime, il riso sanno scrivere.
Agnelle si sacrificano, belve nella passione,
ansiose di dipingere l'intero mondo azzurro.

Le parole - bambine piccole. Flessuosi corpicini
che agguerriti si levano, mettono le ali, volano.
Sognano, si spaventano, si alleano, si separano,
animelle cui è stato dato di avere sempre sete.

Le parole - bambine piccole. Bianco per loro il tempo,
pagine su cui scrivere, vele che il vento gonfia
per fare viaggi nella gioia, far viaggi nel dolore.
L'amore sa trasformare in sacro la tempesta.
 


Pandelìs Bukalas
Dal Mito alla Storia
Traduzione di Nicola Crocetti
 
 
...al vento, buttate,
scritte e maledette;
poi amate, vissute
strozzate nella gola
e ancora parole...

Nessun commento:

Posta un commento