lunedì 21 maggio 2012

La meraviglia

Incatenata dalla meraviglia,
s'indugia ancora e il sangue dei rubini,
forse, il pallor del volto le invermiglia.
O perle opache, o bei fiori marini
che le regine attorcono in collane
su le grazie de' nudi alabastrini.
Dolci turchesi ed ametiste strane
prescelte ai fasti della liturgia,
gemme per dita sacre e per sovrane.
Gioie di nozze e prezzo di follia
ch'offre amore a far sazia la sua sete.
Taluno che la riguardante spìa
esce dall'ombra e tenta : — Che scegliete ?

Amalia Guglielminetti


ammantate di nuvole
le montagne nascondono
il volto ritratto dall'ombra;
mi babno di pioggia e di freddo,
sorrido ed il vento lambisce
le rive di un fiume qualunque...

Nessun commento:

Posta un commento