venerdì 28 settembre 2012

C'è tanta solitudine
 
C'é tanta solitudine in quell'oro.
La luna delle notti
non é la luna che
il primo Abramo vide.
I lunghi secoli dell'umano vegliare
l'han colmata d'antico pianto.
Guardala.
È il tuo specchio.
 
Jorge Luis Borges
 
 
alto, levato, nel sole,
un mio attimo induge
e sente alla fine
col sentire del cuore
un infinito abbraccio;
mi poso, calmo,
in un pertugio nascosto...

Nessun commento:

Posta un commento