giovedì 6 settembre 2012

Danza della pioggia

Figli miei
son io che nella danza
provoco il tuono.
Son io che con passi leggeri,
danzando in cerchio col mio copricapo
di penne d' aquila giovane
convinco il tuono a cantare.
Sentite?

Cheyenne


acqua dilava le cose
il freddo subentra
ed un refolo d'aria
in umidi abbracci;
cortese il silenzio
accompagna la scena...

Nessun commento:

Posta un commento