giovedì 27 marzo 2014

L'ingannatore, di Amalia Guglielminetti

L'ingannatore


Bevvi a piccoli sorsi la menzogna,
come un filtro che induce fantasie
fascinatoci al cuore di chi sogna.
In ogni cosa io scoprii malie
nuove. Talvolta perseguii la traccia
di un dolce incanto per malcerte vie.
Non riguardai l'ingannatore in faccia,
per non tremar di oscura diffidenza
nell'amoroso cerchio di sue braccia.
Quegli blandiva : — Ninna sapienza
che insegni vale un bel gioco che finga.
E mi versava in cuore una sua essenza
fatta d'ombra, d'amore e di lusinga.

Amalia Guglielminetti


è difficile capire la bugia,
è cercare di sapere
o non volerlo affatto;
si resta in balia di voci,
nel turbine dei pensieri...

Nessun commento:

Posta un commento