mercoledì 26 marzo 2014

Mediterraneo, di Derek Walcott

Mediterraneo

Sono nata per vagare, senza riposo
In vesti cerulee sfrangiate di bianco
Che roteano sotto uccelli di mare a cui ho insegnato
le grida,
Napoli e natiche, con lunghe alghe per capelli,
Viaggiatore che sul mio petto sollevo
Oltre il sapere mortale, la nostra vita un lungo sonno
Finché ci si sveglia a Itaca sotto le lunghe lance
del sole.

Derek Walcott
Traduzione di Matteo Campagnoli
 

mare a perdita d'occhio,
blu, cobalto, ondulato;
e sapore, profumo di sole,
Lei, ora lontana...

Nessun commento:

Posta un commento