martedì 2 giugno 2015

Misticismo per principianti, di Adam Zagajewski


Misticismo per principianti

Il giorno era mite, la luce amichevole.
Il tedesco sulla terrazza del caffè
teneva un libricino sulle ginocchia.
Sono riuscito a vedere il titolo:

Misticismo per principianti.
Subito ho capito che le rondini
pattuglie sulle strade di Montepulciano
con i loro versi striduli
e le conversazioni pacate dei viaggiatori
               timidi
dell’Est, la cosiddetta Europa centrale,
e gli aironi bianchi fermi – ieri? Il giorno
               prima? –
come suore in campi di riso,
e il crepuscolo, lento e metodico,
che offusca i contorni delle case
               medievali,
gli olivi sulle basse colline,
lasciate al vento e agli incendi,
e la testa della
Principessa sconosciuta

che ho ammirato al Louvre
e le vetrate delle chiese come ali
               di farfalla
spruzzate di polline,
e il piccolo usignolo che si esercita
nella sua recita vicino all’autostrada,
e ogni viaggio, ogni tipo di viaggio,
sono solo misticismo per principianti,
il corso introduttivo, propedeutico
per un esame che è stato
rinviato.


Adam Zagajewski
Il cosmo e la storia


le immagini assottigliano
gli orizzonti lontani
un aereo striscia il cielo
un airone lo riempie...

Nessun commento:

Posta un commento