sabato 18 giugno 2016

Temporale, di Tomas Tranströmer

Temporale
 
Passando, s’incontra all’improvviso qui la vecchia
quercia gigantesca, alce pietrificato dalla
chioma sconfinata sulla fortezza nero-verde
del mare di settembre.
Temporale del nord. È il tempo in cui maturano
grappoli di nespole. Vegliando al buio si sentono
scalpitare le costellazioni alle loro poste
in alto sopra l’albero.
 
Tomas Tranströmer 
Traduzione di Maria Cristina Lombardi
Poesia dal silenzio
 
 
la mia vita è temporale,
scrosci di pioggia, vento;
le chiome impazzite, agitate
i mie capelli crescono,
le mie possibilità calano...

Nessun commento:

Posta un commento