venerdì 30 settembre 2016

Incertezze, di Amalia Guglielminetti

Incertezze

Forse non eri, perchè tanto triste
a notte, con il volto nel guanciale
io piansi molte lacrime non viste.


Non eri, perchè ancor di non so quale
spasimo, di non so che interïore
morso nel seno il cuore mi trasale.


Quasi per un gran male di languore
il sangue mi ristagna nelle vene,
come nei polsi inerti di chi muore.


Non eri. E chi su le mie ciglia piene
d'ombra, socchiuse sul pensiero vano,
chi senza passi e senza voce viene


così dolce a chinarsi e così piano?
 
Amalia Guglielminetti
da "Le seduzioni delle vergini"
 
 
esiste?.. non esiste?... forse...
questa cosa che cerchiamo tutti,
vogliamo tutti essere certi
...ma quando ci sentiamo... lo siamo?..

Nessun commento:

Posta un commento