giovedì 18 febbraio 2016

Il corvo, di arturo Graf

Corvo
 
Nel concavo emisfero
Del ciel la nebbia boreal si pigia:
Sotto la nube grigia
Appare il corvo come un punto nero.
Sovra il piano deserto
Stende la neve un gran lenzuolo bianco:
Un pellegrino stanco
Trascina alla ventura il passo incerto.
Qualche sfrondata macchia
Lugubremente impruna la pianura;
Avido di pastura
Sotto la nube il negro corvo gracchia.
Irretito dal gelo,
Vinto dalla stanchezza e dall’ambascia,
Il pellegrin s’accascia;
Il corvo sopra lui tresca pel cielo.
 
Arturo Graf
 
 
messaggi contrastanti,
nere ali incupiscono il cielo,
sarà Febbraio, sarà l'Inverno;
il freddo mi brivida le membra...

Nessun commento:

Posta un commento