venerdì 5 febbraio 2016

Una voce, di Amalia Guglielminetti

Una voce
 
Una voce nell'ombra ha qualche volta
la morbidezza calda d'una cosa
tangibile. Non s'ode, non s'ascolta,
ma sul cuor che l'accoglie quasi posa
le sue parole ad una ad una, come,
quando langue, le sue foglie una rosa.
Se invoca piano, in ansia, un caro nome
par che vi tremi il mal represso ardore
d'un bacio non osato fra le chiome.
E di soverchia intensità essa muore
soffocata ed il pianto che l'assale
sembra il principio dolce dell'amore,
ed è l'inizio acerbo del suo male.
 
Amalia Guglielminetti
 
 
voci dentro di noi, calde,
a volte suadenti e plastiche;
voci nell'anima, dure,
rimpianti scanditi da frasi...

Nessun commento:

Posta un commento