domenica 18 dicembre 2016

Albero, di Diego Valeri

Albero
 
Tutto il cielo cammina come un fiume,
grandi blocchi traendo di fiamma e d’ombra.
Tutto il mare rompe, onda dietro onda,
splendido, alle fuggenti dune.
L’albero, chiuso nel puro contorno,
oscuro come uno che sta su la soglia,
muto guarda, senza battere foglia,
gli spazi agitati dal trapasso del giorno. 
 
Diego Valeri 
 
 
anche il noce annuisce e sorride,
i rami spogli, qualche frutto ancora,
si prepara all'inverno, al gelo;
io, per me, penso ad assolate cose...

Nessun commento:

Posta un commento