martedì 20 dicembre 2016

Pellegrinaggio, di Giuseppe Ungaretti

Pellegrinaggio
 
In agguato
in queste budella
di macerie
ore e ore
ho strascicato
la mia carcassa
usata dal fango
come una suola
o come un seme
di spinalba
           
Ungaretti
uomo di pena
ti basta un’illusione
per farti coraggio
           
Un riflettore
di là
mette un mare
nella nebbia
 
Giuseppe Ungaretti
Valloncello dell’Albero Isolato il 16 Agosto 1916
 
Sutri, Pellegrini verso Roma
 
errare alla ricerca, espiare,
esposizione del dubbio, della mente;
così corsi, a volte, impetuoso,
come un torrente montano...

Nessun commento:

Posta un commento