martedì 31 gennaio 2012

Neve

Scende la neve su la terra madre,
placidamente. E lei bianca riceve
la terra ne' suoi giusti ozi, da poi
che all'uomo copia di frutti ha partorito.
Guarda il bifolco splendere a' sudati
campi la neve, mentre siede al desco;
e a lui dal cuor la speme e dal bicchiere
sorride la primizia del vino.
Scendi con pace, o neve; e le radici
difendi e i germi, che daranno ancora
erba molta agli armenti, all'uomo il pane.
Scendi con pace, sì che, al novel tempo,
da te nutriti, lungo il pian ridesto,
corran qual greggia obbedienti i fiumi.

Gabriele D'Annunzio


coprendo anche il sogno
in silenzio come velo sottile
scende la neve dal cielo
e si adagia sul cuore;
la pace di un manto
in un fiato di freddo...

3 commenti:

  1. fiato o segreto...?
    buona giornata
    p.s. anche Partenope si sta gelando...

    RispondiElimina
  2. più segreto che fiato.

    Ciao

    Gujil

    RispondiElimina