mercoledì 24 ottobre 2012

             La Cetra Preziosa

Cetra preziosa, perché cinquanta corde?
Ogni corda, ogni ponticello, un anno di gioventù rammenta.
Zhuang al suo risveglio confuse sé in farfalla, enigma dell’esistenza,
Wangdi in primavera mutò in cuculo e gli affidò il suo pianto.
Perla come una lacrima nel mar profondo di luna splende,
terra di giada calor del sole un fumo esala.
Quanto ancora questo sentimento per diventar ricordo?
Soltanto quel momento ormai perso.

Li Shangyin, 
dinastia Tang


un suono, unico suono,
rompe i silenzi assoluti
e si muove dentro il mio animo;
le vite di sempre collimano
ai miei fianchi caduti,
prostrati più volte...

Nessun commento:

Posta un commento