giovedì 25 ottobre 2012

Frammento, di Anonimo


 

soavemente accingo
le mie mani al volto
di chi mi fu guida;
ora spesso giace
in silente pensiero,
la guardo, commosso,
capisco che ora
 lei vola lontano...

Nessun commento:

Posta un commento