giovedì 8 gennaio 2015

Antico Inverno, di Salvatore Quasimodo

Antico inverno
 
Desiderio delle tue mani chiare
nella penombra della fiamma:
sapevano di rovere e di rose;
di morte. Antico inverno.
Cercavano il miglio gli uccelli
ed erano subito di neve;
così le parole.
Un po' di sole, una raggera d'angelo,
e poi la nebbia; e gli alberi,
e noi fatti d'aria al mattino
 
Salvatore Quasimodo
 
Jean Beraud
 
fatti di vento,
sbatacchiati qua e là;
poi rovinose cadute,
poi, quasi sempre,
ci si rialza... 

Nessun commento:

Posta un commento