giovedì 22 gennaio 2015

Idea, di Arturo Graf

Idea
 
Da qual fonte prorompi, ov’hai la foce,
Indomabile idea? Terribil suona
Per l’infinito l’immortal tua voce,
La violata eternita rintrona.
L’alma Terra di te, di te ragiona
Con arcano linguaggio il Ciel veloce;
Tu nella polve sdrai Giove e Latona,
Tu sul mesto Calvario alzi la croce.
Invadi, accendi la flessibil creta,
E Achille a Troja sol per te combatte,
Per te Minos bandisce leggi in Creta.
E come lievi caccia il vento e ratte
Le secche foglie, verso arcana meta
Cacci dinanzi a te le umane schiatte.
 
Arturo Graf


idee riapparse nel vuoto
di quando pensare era logico,
di quando credevo le cose
ora siedo tra colpi di tosse
e pensieri marini...

Nessun commento:

Posta un commento