giovedì 6 novembre 2014

Dolcezze, di Amalia Guglielminetti

Dolcezze
 
Questo m'abbaglia un attimo e scompare,
disperso in lieve polverio di fuoco
che cade dietro i monti o dentro il mare.
Solo una meraviglia di bel gioco
e uno sprazzo di luce entro i miei occhi
ne resta, che si spegne a poco a poco.
Ma sembrami talora che mi tocchi
una mano leggiera e di dolcezza
viva l'anima chiusa mi trabocchi.
E se cerco chi mai quella carezza
tentò nell'ombra con la man furtiva,
sorprendo la mia folle giovinezza
che sorridendo, muta, mi seguiva.
 
Amalia Guglielminetti
 
Ross, Dolcezza, Acrilico
 
dolce?, salato? insipido?
quale sapore ho dato,
quale ho provato?
nei rimasugli del cuore
aleggia una gialla visione...

Nessun commento:

Posta un commento