domenica 1 novembre 2015

Apparenza, di Alfonsina Storni

Apparenza
 
Vivo tra quattro mura matematiche
allineate a metro. Mi circondano apatiche
animucce che non un grammo sanno
di questa febbre azzurra che nutre la mia chimera.
Uso una pelle finta e la tratteggio in grigio.
Corvo che sotto l'ala nasconde un fiordaliso.
Sorridere mi fa il mio fiero e torvo aspetto,
che a me per prima sembra pura farsa e dispetto.

Alfonsina Storni
"La carezza perduta"
Traduzione di Silvio Raffo
 
 
 
ciò che appare, ciò che è,
contesti diversi e picchi,
umori che cambiano e stagnano;
così siamo noi...

Nessun commento:

Posta un commento