lunedì 18 aprile 2016

La pace delle cose selvagge, di Wendell Berry

La pace delle cose selvagge
 
 Quando la disperazione per il mondo
cresce dentro di me
 e mi sveglio di notte al minimo rumore
 col timore di ciò che sarà della mia vita
e di quella dei miei figli,
 vado a stendermi là dove l’anatra di bosco
 riposa sull’acqua in tutto il suo splendore
 e si nutre il grande airone.
 Entro nella pace delle cose selvagge
 che non si complicano la vita per il dolore che verrà.
 Giungo al cospetto delle acque calme.
 E sento su di me le stelle cieche di giorno
 che attendono di mostrare il loro lume. Per un po’
riposo tra le grazie del mondo e sono libero.
 
 Wendell Berry
L'ordine della natura
 Traduzione di Paolo Severini
 
 
le cose stanno con noi,
ci ruotano intorno,
ci fanno compagnia;
non chiedono nulla, danno,
quando poi ci stanchiamo
le dimentichiamo, le buttiamo...

Nessun commento:

Posta un commento