sabato 23 aprile 2016

XIII, di Roberto Rossi Precerutti

XIII
 
Fiammelle grandinano sul velluto
di una notte di giustizia, non vera
sotto il flagello aquilonare, cera
di figurine sciolta dentro il muto
 
avvolgersi dei bisbigli – e l'imbuto
dell'ombra accoglie una luce straniera,
spigoli d'apparizioni in rivera
celeste – appassito, vinto, ho giaciuto
 
nel silenzio umido di carnevali
adolescenti, trasparenti le ali.

Roberto Rossi Precerutti
Rimarrà El Greco
 
 
intravedo sagome nel tempo,
quello da lungi, infinito, sperso;
le vaghe stelle sfavillano.
bisbigliano ma è poca la luce...

Nessun commento:

Posta un commento